Visualizzazioni totali

domenica 1 marzo 2015

Consigli e trucchi su come non otturare l’estrusore con il materiale PLA

Consigli e trucchi su come non otturare l’estrusore con il materiale PLA

16/07/2014
Consigli e trucchi su come non otturare l’estrusore con il materiale PLA
Il PLA è un materiale molto comodo da stampare, è disponibile in vari colori, opaco o traslucido, molto ricercato perché di origine vegetale ed è biodegradabile. Tutte le varietà del PLA aderiscono bene al Kapton o al vetro riscaldato a 60°, che produce una superficie liscia sull’oggetto stampato.
Le principali caratteristiche tecniche sono le seguenti:
temperatura ugello estrusore: 185-235°C
temperatura piatto: ambiente fino a 60°
superficie di stampa: nastro per mascheratura blu, vetro riscaldato, nastro di Kapton e vinile di taglio
Rispetto all’ABS fonde a temperature più basse e non ha bisogno di un piano caldissimo, in più non si deforma. Gli oggetti prodotti sono resistenti e sono disponibili moltissimi colori.
Purtroppo spesso si verifica un problema che può portare al blocco dell’ugello estrusore. Infatti, nel caso in cui ci si dimenticasse il filamento di PLA in macchina, questo si raffredderà solidificandosi nell’estrusore, rendendo difficile la stampa successiva o addirittura impedendola: una buona norma da seguire è quella di togliere sempre il filamento al termine della stampa con le apposite funzioni di unload previste dalla propria stampante.
Ovviamente poi, prima di ripartire con la stampa, occorre ricaricare il filamento con la funzione load, ed in questo momento operare come segue al fine di impedire la solidificazione nell’estrusore: possiamo caricarlo, far estrudere il materiale per una decina di secondi e poi fare un breve unload di uno-due secondi per svuotare l’estrusore in modo che non si blocchi.
In alternativa, se non si è sicuri che tutto il materiale sia stato eliminato dall’estrusore, si può usare un trucchetto molto semplice: quando si effettua il load del filamento ci si ferma poco dopo che il motore passo passo ha agganciato il PLA, così non immettiamo neanche il materiale nell’estrusore. Subentra ora il problema che, quando parte la stampa, i primi movimenti saranno a vuoto, in attesa che lo stepper trascini il filamento. Per ovviare a questo inconveniente, il più delle volte è sufficiente aggiungere al modello un perimetro che lo circondi, alto ad es. 2,5mm. Tipicamente il software di slicing prevederà di partire a depositare proprio da questo perimetro, quindi anche se all’inizio non ci sarà materiale da estrudere non perderemo nessun dettaglio del nostro modello da stampare.

Nessun commento:

Posta un commento