Visualizzazioni totali

venerdì 27 marzo 2015

ELF rilascia consigli su come stampare in 3D i loro droni open source

 ELF rilascia consigli per la stampa 3D di droni open source

Da quando hanno lanciato il loro DRONE stampato in 3D ed il prg drone open source nel mese di ottobre del 2014, ELF si è impegnata a modificare al meglio la loro piattaforma per un facile utilizzo e per i loro disegni in modo da metterli nelle mani degli utenti desiderosi di fare da soli il proprio DRONE. Proprio il mese scorso, il team ELF ha introdotto una nuova funzionalità che include l'espansione delle opzioni di realtà virtuale per la ripresa di fotografie aeree.


Attualmente, gli utenti possono acquistare l'ultima versione standard pre-costruita con tutti i file di sviluppo alla pagina Indiegogo di ELF https://www.indiegogo.com/projects/elf-open-share-3d-vr-nano-drone  o semplicemente stampare il proprio DRONE utilizzando la pagina del progetto Thingiverse dell'azienda che include tutti i file di compilazione stampa 3D. http://www.thingiverse.com/thing:721744

Per rendere la loro piattaforma più facile da usare per i proprietari dei droni ELF esistenti, il team ELF ha appena rilasciato una lista http://www.elecfreaks.com/8015.html di suggerimenti per la stampa 3D che mira a soddisfare le aspettative di coloro che vogliono modificare ulteriormente i loro droni utilizzando le proprie stampanti 3D.


ELF sottolinea che le numerose stampanti desktop 3D a basso costo, basate sulla tecnologia Fused Deposition Modeling, possono essere usate per la stampa dei loro droni e l’elenco delle stampanti include ben noti modelli tra cui MakerBot, Ultimaker, RepRep, UP ed altre. Per questo hanno scelto di concentrare i loro consigli solo sulle stampanti 3D FDM.


Il team sottolinea l'importanza di suddividere i pezzi complessi in piccoli gruppi come di solito si usa fare in ingegneria e ciò è considerato comunque una buona prassi a meno in abilità particolare personale o conoscenze pratiche migliori.


Infine, il team ELF rileva l'importanza di progettare le parti in modo che si adattino insieme compensando eventuali errori di larghezza ugelli. Questo può essere fatto modificando le dimensioni degli oggetti in stampa in modo che le stampe finali siano in grado di combaciare con dimensioni reali accuratamente.


Inoltre, l'importanza di stampare con filamenti giusti e di buona qualità evitando materiale di supporto (se possibile). Il team ELF preferisce ABS al PLA  riducendo al minimo il materiale di supporto, per quanto possibile.


Mentre la lista proposta è formulata per l'uso con i loro droni open source, è disponibile una grande raccolta di informazioni per chi sta cercando di ottimizzare qualsiasi stampa 3D. Se non si è mai provato a stampare uno dei droni ELF, provate un test da Thingiverse e scaricate tutti i file necessari http://www.thingiverse.com/thing:721744  basta essere sicuri di seguire i loro consigli!

FILMATO: https://www.youtube.com/watch?v=Vug0IBH7pKM




Nessun commento:

Posta un commento