Visualizzazioni totali

martedì 14 luglio 2015

FILOPRINT propone un vademecum per l'acquisto di una stampante 3D - Cosa c’è bisogno di sapere prima dell’acquisto?

FILOPRINT propone un vademecum per l'acquisto di una stampante 3D - Cosa c’è bisogno di sapere prima dell’acquisto?


Attualmente, il trend di crescita mondiale del venduto stampanti 3D desktop è molto alto e per questo ci si attende di vedere crescere di un incredibile 750% il parco macchine dal 2015 fino a tutto il 2019.  A questo ritmo si può sperare quindi che si raggiunga un interessantissimo quantitativo per l’Italia di almeno 43.000 macchine. Fino ad oggi, solo in Italia ne sono state vendute poco più di 5.000 pezzi, di marche diverse e di capacità tecniche molto diverse fra loro e molte di esse acquistate solo dagli “addetti ai lavori” o FABLAB e TROPPO poche nel vastissimo ed ancora vergine mercato dell’utenza privata.

Se siete nell’idea di acquistare una nuova stampante 3D, molte sono le cose che bisogna sapere per un acquisto ben ponderato ed equamente diviso fra qualità e prezzo.

Per questo, noi di FILOPRINT, abbiamo deciso di mettere insieme una piccola guida che può essere utilizzata per aiutare l’utente e sperare di rendere un servizio di informazione interessante al fine di selezionare e acquistare la stampante 3D più appropriata all’uso.

L'acquisto di una stampante 3D - Un punto di partenza ...

Quando il consumatore tipico si propone di acquistare una nuova stampante 3D, di solito inizia una ricerca con Google, o compra direttamente su Amazon, nel caso abbia già le idee chiare. Entrambi sono ottimi punti di partenza, ma solo da una prospettiva di ricerca. Utilizzare solamente Amazon  per leggere recensioni su ciascun prodotto, potrebbe non essere la cosa giusta perché troppo “pilotato” e le recensioni possono essere fuorviate da legittimi interessi di parte. Si dovrebbe poi dirigersi verso un sito di controllo tecnico della qualità disinteressato quale ad esempio la pagina di 3D printer hub https://www.3dhubs.com/best-3d-printer-guide alla quale si prega indirizzarsi per una attenta valutazione. Il sito è in inglese ma costantemente aggiornato con articoli ben fatti e veritieri che suggeriamo vivamente di visionare. Tiene conto di ben 2.279 recensioni, 335 ore di scrittura, 1623 anni di esperienza e più di 317.000 stampe singole al fine di presentare un quadro completo e molto reale sulla situazione del mercato delle stampanti 3D consumer e prosumer.

Si noti che all’interno del sito ci sono reindirizzamenti ad un sacco di informazioni su Amazon, Google, Hub 3D. E 'impossibile prendere tutto in considerazione, ma sicuramente è molto importante spendere un po’ tempo almeno per conoscere le macchine che, sistematicamente, ricevono le migliori recensioni degli utenti.

Prezzo non vuol dire qualità

C’è poi il momento di determinare il budget di spesa. I soldi oggi più che mai sono davvero un problema e non crescono sugli alberi. Non lasciatevi ingannare dai cartellini dei prezzi del primo sito che trovate, specialmente su Amazon. Ci sono molte macchine eccellenti disponibili per meno di $ 1000 (che equivalgono più o meno a 1000 euro) di cui un piccolo gruppo di ottime stampanti a meno di 600 dollari (euro). Non pensate che spendere 3000 dollari (euro) possa essere la soluzioe per ottenere realmente un’ottima stampante 3D, almeno non sempre è così.

Il prezzo non equivale a qualità. Ci sono macchine da $ 500  che lavorano meglio che di quelle da 1800 dollari, come è altrettanto vero che ci sono stampanti 3d da 500 dollari che è meglio non prendere in considerazione per la scarsissima qualità di stampa, sarebbero soldi buttati!.
Ancora una volta si consiglia di leggere con molta attenzione le recensioni e, nel caso non si capisse cosa intendono valutare, accertarsi sempre in rete con tutorial o forum specifici del settore cosa, si vuole valutare ed approfondire il tema. La ricerca è molto importante in questa fase della scelta, osiamo dire “fondamentale”.

Un’altra cosa da non sottovalutare è quella legata all’acquisto di stampanti 3D in rete nel territorio Europeo od Extra-europeo. Nel primo caso l’acquisto NON sarà gravato da dazi doganali (per chi acquista in Italia) ma solo dalle spese di trasporto da aggiungere appunto a quelle della macchina. Nel secondo caso invece, se si acquista una macchina da paesi Extraeuropei, si dovranno sostenere dei dazi doganali che possono arrivare anche ad una percentuale molto elevata del 32% (almeno in Italia). Ciò significa, ad esempio, che se si acquista una macchina da 1000 dollari e si spende per farla arrivare in Italia ad esempio 200 dollari, si avranno dazi per il 32% della somma di 1000 + 200 dollari. Cioè in pratica si pagherà la macchina la cifra di 1200 $ + 32% di dazio 384 dollari per un totale di 1584 dollari equivalente in euro a circa 1500 euro!  
Altra cosa da non sottovalutare è quella dell’assistenza. Chi acquista da paesi molto distanti dal proprio possono esserci problemi di logistica MOLTO ONEROSI in termini di costi vivi. Per le riparazioni fuori garanzia poi non ne parliamo, potrebbe addirittura essere più conveniente acquistare ex-novo una stampante 3D. Per non parlare della lingua. I tecnici in assistenza (quando presenti e se presenti on-line!) vi contatteranno solo in Inglese (con molto slang a volte incomprensibile) che potrebbe inficiare, ad anche di molto, la riuscita della tele-assistenza. Si consiglia quindi di visionare sempre prima, per gli utenti Italiani ad esempio, produttori Italiani di ottime macchine 3D con i quali avere un rapporto on-line adeguato alle aspettative ed un eventuale costo per riparazione molto più basso, visto appunto la vicinanza.


Il denaro speso bene oggi significa soldi risparmiati domani 

Contrariamente a quello che abbiamo appena detto al punto precedente, spendendo spesso un po’ di soldi in più al momento dell’acquisto, potrebbe equivalere ad un risparmio superiore a tale importo nel tempo di utilizzo della macchina.

A volte anche 100 euro in più possono garantire un’ottima scelta, sicuramente più redditizia in termini di usabilità e resa qualitativa. Al contrario, risparmiare 100 euro a volte significa spendere almeno 5 volte di più in riparazioni, modifiche, controlli e tempo perso inutilmente per cercare di far funzionare qualcosa che non funzionerà mai.

Comprendere le vostre abilità

Questo è uno dei punti più importanti. Coloro che si accingono al primo acquisto di una stampante 3D, con poca o nessuna esperienza, spesso acquistano le macchine più economiche. Mentre molte di queste macchine funzionano particolarmente bene, la maggior parte di loro sono molto “rudimentali” od almeno limitate in funzionalità importanti che, anche se principiante, l’utente non può e non deve tralasciare. Infatti si potrebbero fin da subito presentare problemi che possono non essere di così facile soluzione. Se, come molto probabilmente, la stampante 3D non possiede funzioni come letto stampa riscaldato o sistemi di auto-calibrazione, la stampa basata su cloud, connettività Wi-Fi, ecc, questo potrebbe danneggiare l’utente inesperto e rendere la stampa 3D un po’ più difficile da comprendere e questo potrebbe scoraggiare di molto il neofita. Al contrario invece, se avete già una notevole esperienza nel settore e siete dei geni della meccanica e dell’elettronica, allora potrebbe essere interessante acquistare una macchina “rudimentale” e poi adeguarla a proprio piacimento con up-grade meccanici ed elettronici tali da renderla una vera macchina professionale.

Conoscere i propri obbiettivi finali di utilizzo macchina:

Come abbiamo già accennato prima, ci sono centinaia di stampanti 3D disponibili sul mercato e soprattutto in questo ultimo periodo sono usciti molti modelli davvero interessanti che comportano quindi una difficile scelta. Proprio come con qualsiasi altro acquisto importante, che si tratti di una macchina, smartphone o computer, occorre ponderare con attenzione cosa si vuole dal proprio strumento. Ad esempio, non acquisteremo mai una macchina sportiva se in famiglia siamo in 7 elementi, meglio un minivan! Per l’acquisto delle stampanti 3D vale la stessa regola. Molte delle macchine e delle tecnologie hanno incorporato tutti gli elementi basilari e più adatti agli usi specifici di ogni utente. E 'importante capire le differenze tra ogni particolare caratteristica, la tecnologia, e le specifiche tecniche. Meglio quindi informarsi preventivamente e passare un po’ di tempo alla conoscenza di tali stampanti 3D in generale, prima di iniziare la ricerca vera e per un acquisto oculato. Si consiglia di prendere visione di questo link (in niglese)  https://en.wikipedia.org/wiki/3D_printing  dove potrete prendere coscienza di tutte le variabili possibili di una stampante 3d. In alternativa potete consultare anche questo nostro link del BLOG da noi gestito: http://stampoin3d.blogspot.it/2015/04/filoprint-propone-una-guida-alle.html Gestiamo direttamente questo blog e pertanto per varie ed eventuali delucidazioni in merito potete contattarci direttamente al nostro sito www.filoprint.it – Il nostro personale tecnico sarà a vostra disposizione.

L'acquisto di una stampante 3D può essere un'esperienza piacevole ma, se inesperti, può diventare un incubo. Se vi approcciate impreparati a questo mondo della stampa 3D, sarete investiti da una miriade di parametri tecnici, fisici, meccanici, informatici che taglierebbero le gambe a chiunque. Investire quindi preventivamente del tempo alla ricerca di settore e capire le vostre esigenze, è probabilmente la soluzione migliore per poter poi non solo acquistare ma anche poter usare una stampante 3D per poter fabbricare poi ciò che si desidera.

Fateci sapere i vostri pareri direttamente nei commenti a questo blog. Ci farebbe molto piacere sentirvi numerosi perché solo così il settore della stampa 3D potrà evolversi rapidamente. Diversamente ci saranno ostacoli sempre più insormontabili da scalare e la strada per raggiungere le proprie aspettative sarà sempre più lunga e ad appannaggio di pochi bravi e competenti tecnici, tarpando le ali allo sviluppo.


FILOPRINT sostiene da sempre l’indirizzo scolastico nel settore e promuove iniziative locali per la divulgazione pratica delle nozioni necessarie per l’utilizzo di queste fantastiche macchine di stampa 3D.

Nessun commento:

Posta un commento