Visualizzazioni totali

giovedì 21 giugno 2018

COME STAMPARE PLA CON MACCHINE ZORTRAX M200/M300 SERIES CONSIGLI E SOLUZIONE PROBLEMA DI STAMPA CON ESTRUSORE V2 PER ZORTRAX


COME STAMPARE PLA CON MACCHINE ZORTRAX M200/M300 SERIES



Per stampare qualsiasi tipo di filamento in PLA (Originale Z-PLA e tutti i restanti compatibili) con macchine ZORTRAX è INDISPENSABILE montare un HOT-END modificato dal nome: ESTRUSORE TYPE V2 ( anche del tipo  Z-SWISS oppure ZT-HE) ed ovviamente il programma Z-SUITE ultima release. Per la sola stampa del PLA e relativa massima temperatura usabile di 210 gradi Celsius, è fortemente consigliato adottare l'estrusore con il tubo in PTFE in quanto la versione ALL METAL dell'estrusore non permette la stampa del PLA. Nel caso NON superare mai temperature di oltre 210 gradi Celsius con inserito il tubo in PTFE!

Occorre però fare attenzione al giusto setting di stampa in quanto il problema principale è legato all'oggetto che terminato di stampare, è molto probabile che rimanga attaccato al raft addirittura a volte quasi fuso insieme ad esso e quindi impossibile da staccare.

Per ovviare a questo problema si consiglia di eseguire i seguenti settaggi

ATTENZIONE: Quanto segue può variare anche di molto, in relazione al tipo di qualità del filamento PLA usato. Di solito se il PLA è estremamente puro e NON ha molti additivi chimici per stabilità layer e/o resistenza a temperature (ancor peggio se caricati in carbonio) la macchina potrebbe NON essere in grado di stamparlo facilmente nemmeno con l'estrusore V2 a causa di una eccessiva temperatura di fusione non molto ben controllabile neanche con lo Z-SUITE

Se invece, la tipologia di filamento risulta essere di un tipo con additivi per aumentarne la resistenza in generale, allora con l'estrusore V2 ed i setting di seguito indicati si può raggiungere un ottimo risultato, ciò perché questo tipo di PLA hanno dalla sua una gestione di temperatura di stampa più alta e quindi più “gestibile” anche dalla ZORTRAX.

Procedere quindi come nell'immagine allegata e di seguito indicato sotto:




Entrare nel programma Z-SUITE --> selezione: filamento pla (non zortrax) --> bottom layer infill--> per una rimozione facile dal piano impostare il 50% (il minimo). Il layer di base non sarà perfettamente liscio e perfetto ma questo è un prezzo da pagare per riuscire a stampare correttamente i PLA.

Impostare come bottom layer --> non piu' di 4 (il minimo)

fan speed--> manuale e sempre al 100%

retraction: settare 0.5 mm e per un miglior controllo velocità max 20 mm/s

Per la sola stampa del PLA, suggeriamo di togliere i pannelli laterali della macchina per avere un migliore evacuazione del calore prodotto ed evitare quindi troppa pressione per il calore eccessivo.
Temperatura di stampa: impostare a 197 °C anche se si può andare a 210 °C per quei tipi di PLA che riescono a sopportare meglio la temperatura di stampa ( vedi PLA PLUS ESUN/FILOPRINT - PLA TECNICO POLYMAX - PLA PRO HT)

gli esempi di stampa sotto evidenziati sono stati realizzati con VARI MATERIALI come ad esempio ABS R&D ONE OPTIMUS - ASA - TPU - PETG - POLICARBONATO - PLA PRO HT INSIEME A PLA+ ESUN/FILOPRINT - XT CF20 CARBON - PETG CARBON - PETG LITE
















lunedì 18 giugno 2018

POLIPROPILENE GF30-PP FIBRA VETRO FILAMENTO PER STAMPA 3D USI MECCANICI, PROTESICI, RESISTENZA CHIMICA, RESISTENZA AGENTI ATMOSFERICI, AUTOMOTIVE, NAUTICO


POLIPROPILENE GF30-PP FIBRA VETRO




FILOPRINT propone un interessante e molto tecnico tipo di filamento dal nome GF30-PP FIBRA VETRO
GF30-PP fibra vetro è un filamento di polipropilene rinforzato con un contenuto di fibra di vetro del 30%. Questo materiale presenta elevata rigidità e resistenza a temperature variabili, sostanze chimiche e raggi UV.


GF30-PP permette un uso prototipale della stampa 3D dimostrando un miglioramento dal 50% al 250% su ABS standard e materiali PA6 a base di nylon.

Per chi fosse interessato può prendere visione del filmato tecnico CLICCANDO QUI
Proprietà meccaniche di GF30-PP

Modulo di trazione: 6500 MPa
Resistenza alla trazione (resa): 60 MPa
Allungamento (rottura): 1,6%
Modulo di flessione: 4 300 MPa
Resistenza alla flessione (resa): 83 MPa
Resistenza alla flessione (rottura): 78 MPa
Calore Temperatura di deflessione: 120 ° C



DESCRIZIONE DEL PRODOTTO
Caratteristiche e vantaggi:
Materiali progettati per prototipazione funzionale e applicazioni industriali
Materie plastiche rinforzate ingegnerizzate
Molto rigido e forte
Ampio intervallo di temperature operative: da -20 ˚C a 120 ˚C e fino a MAX 160 gradi Celsius (NO fuoco)
Buona resistenza chimica e ai raggi UV
Eccellente adesione dello strato e ridotto effetto di distorsione


CONSIGLI PER LA STAMPA GF30-PP:

I filamenti XSTRAND ™ sono progettati per essere compatibili con la maggior parte delle macchine FDM/FFF compreso la ZORTRAX M200/M300 con software Z-SUITE ultima release e profilo Z-ABS. Il GF30-PP può essere stampato direttamente sul letto pre-forato con l'uso di RAFT oppure del BRIM.

Si raccomanda un ugello in acciaio temprato WIDIA a causa dell'alta abrasività del filamento per il suo rinforzo in fibre di vetro.

Per macchine con letto non perforato, si consiglia letto riscaldato a circa 100/110 gradi Celsius con tappeto di POLIETILENE AD ALTA DENSITA PE-HD. Una volta raffreddato a temperatura ambiente l'oggetto stampato si stacca facilmente dalla base.

Il polipropilene, una macromolecola di idrocarburi completamente satura, clinicamente inerte che ne permette un uso efficace in ambito stampanti 3D desktop, in particolare per un uso improntato sui dispositivi medici, le tecnologie di processo, l'industria automobilistica e la conservazione chimica.

Tuttavia è estremamente difficile da legare ed è praticamente non reattivo a nulla. La nuova Wolfbite ULTRA è la prima soluzione al mondo ad offrire un'effettiva adesione reversibile tra il materiale idrofilo ed il letto della stampante in VETRO ( vetro borosilicato ). Inoltre, Wolfbite ULTRA è una soluzione chimica "verde" a base d'acqua e quindi un prodotto sicuro per l'ambiente.
Per applicare il prodotto sulla superficie della lastra di vetro, occorre agitare bene la bottiglietta prima di applicare. Immergere l'applicatore fornito in dotazione nella soluzione. Applicare spalmando accuratamente sul vetro a freddo avendo cura di spalmare senza lasciare vuoti, coprendo l'intera area di costruzione prevista. Collocare il vetro sul letto termico e preriscaldarlo a 100 ° C.
Si può acquistare On- Line direttamente dal sito del produttore CLICCANDO QUI 

Più semplicemente si consiglia di utilizzare del semplice nastro adesivo da imballaggi in POLIPROPILENE NON COLORATO ( senza scritte stampante sopra ) attaccando con cura il nastro sul piano di vetro. NON mettere nessun altro tipo di prodotto sopra il nastro adesivo.

IMPOSTAZIONI DI STAMPA GF30-PP

Temperatura dell'ugello: 240 - 280 ̊C
Temperatura del letto: 80-110 ° C
Diametro dell'ugello:> 0,4 mm si consiglia FORTEMENTE l'uso di almeno un diametro 0,5 mm. 
Si consiglia tipologia ugello con punta in rubino tipo OLSSON RUBY oppure usare tassativamente ugelli in ACCIAIO TEMPRATO WIDIA da non meno di 0,5 mm di diametro
STAMPA SU LETTO CON USO DI TAPPETINI


Attenzione! Per la stampa di questo tipo di materiale è fortemente consigliato il tappetino LENE PLATE IN FIBRA CARBONIO.

Il tappetino è acquistabile separatamente direttamente dal produttore italiano 
a questo link CLICCANDO QUI 

Si avvisa che questo tipo di tappetino, è usabile solo ed esclusivamente per la stampa del filamento in polipropilene SENZA NESSUN TIPO DI FISSANTE. Se ci viene stampato sopra altri materiali non sarà più possibile usarlo con il polipropilene, ma solo come tappetino di aiuto adesione generico.



SI RACCOMANDA L'USO DI UNA MACCHINA CHIUSA SU 4 LATI ( preferibilmente a camera riscaldata)


lunedì 21 maggio 2018

PVA HELIOS SUPPORTO PVA RESISTENTE ALTA TEMPERATURA DI STAMPA COMPATIBILE ABS GOMMA ASA PETG


PVA HELIOS SUPPORTO PVA RESISTENTE ALTA TEMPERATURA DI STAMPA




HELIOS PVA SUPPORT HIGHTEMP è un materiale PVA solubile in acqua "resistente ad alta temperatura", concepito come materiale di supporto per la stampa 3D a doppia estrusione in combinazione con materiali tecnici che richiedono di essere stampati a temperature più elevate e / o in camere riscaldate.

HELIOS PVA SUPPORT HIGHTEMP può essere stampato a temperature degli ugelli fino a 250 ° C senza il rischio di crosslinking e ostruzione degli ugelli e aderisce molto bene a materiali a base di stirene come ABS, Gomma, ASA, PLA, Polipropilene, Polietilene, Copoliesteri.

HELIOS PVA SUPPORTHIGH TEMP
si dissolve leggermente più lentamente in acqua rispetto al PVA normale, ma il processo di dissoluzione può essere velocizzato quando si utilizza acqua calda a 60 Gradi Celsius e circolante.

CARATTERISTICHE HELIOS PVA SUPPORT HIGH TEMP

Può essere stampato a temperature dell'ugello fino a 250 ° C
Nessun rischio di cross linking e ostruzione degli ugelli
Migliorato comportamento di scorrimento del filamento
Può essere stampato in camere riscaldate fino a 60 ° C
Eccellente aderenza ad ABS, Gomma, ASA, PLA, Polipropilene, Polietilene, Copoliesteri.
Eccellente solubilità in acqua calda circolata
Completamente biodegradabile una volta disciolto in acqua
Densità: 1,19 g/cc




COME STAMPARE HELIOS PVA HIGH TEMP

Linee guida generali sulla stampa *

Dimensione dell'ugello: ≥ 0,15mm
Altezza dello strato: ≥ 0,1mm
Portata: ± 100%
Temp. Di stampa: ± 235 - 255 ° C
* Velocità di stampa: Media
Retrazione: Sì ± 5 mm
Velocità dello strato di interfaccia: 20 mm / s
Temperatura del Letto di stampa: ± 35 - 60 ° C
Velocità della ventola: 0-25%
Livello di esperienza: esperto

*) Le impostazioni visualizzate sono da intendersi come guida per trovare le impostazioni di stampa ottimali. Questi intervalli nelle impostazioni dovrebbero funzionare per la maggior parte delle stampanti, ma per favore sentitevi liberi di sperimentare al di fuori di questi intervalli se pensate che sia adatto alla vostra stampante. Esistono molti tipi diversi di stampanti, hot-end e offset della stampante che è estremamente difficile fornire un'impostazione generale adatta a tutte le dimensioni.

*) Una volta che Helios Support è stato utilizzato o aperto dalla confezione originale sottovuoto per un certo periodo di tempo, si consiglia di asciugare il materiale prima di riutilizzarlo.
GUIDA GENERALE PER LA STAMPA DI MATERIALI CON IL SUPPORTO IN PVA

La stampa con PVA in generale non è facilissima e richiede una buona dose di esperienza di stampa 3D, in quanto non esiste un formato generico adatto a tutte le dimensioni per la stampa a doppia estrusione con materiali PVA. Le impostazioni ottimali del PVA possono persino variare tra gli stessi modelli di stampanti 3D.

Una delle sfide più comuni è stabilire un buon legame tra il materiale di supporto PVA e il materiale da costruzione primario.

Di seguito i parametri sono della massima importanza per stabilire una buona aderenza.

Verificare la distanza di estrusione tra l'oggetto stampato e il supporto PVA.

L'impostazione predefinita nella maggior parte dei software slicer è spesso impostata su una distanza di 0,1 mm o 0,2 mm, che funziona bene per il supporto a distanza, ma non per il supporto PVA.

Per i materiali di supporto PVA, la distanza di estrusione deve essere impostata su 0.0mm poiché entrambi i materiali devono realmente entrare in contatto l'uno con l'altro.

La temperatura di stampa (ugello) è estremamente importante e si consiglia di misurare la temperatura effettiva dell'ugello e di confrontare questa temperatura con la temperatura impostata nelle impostazioni di stampa.

Se la temperatura effettiva dell'ugello è ad esempio 10 °C inferiore alla temperatura nelle impostazioni di stampa, potrebbe benissimo essere che lo strato di materiale di supporto PVA non scorre in modo ottimale nello strato del materiale di costruzione primario. Si vede spesso che la temperatura effettiva dell'ugello varia dalla temperatura di stampa impostata nel software di taglio.

Verificare che gli ugelli della stampante siano ben livellati e abbiano esattamente la stessa altezza, in modo che non vi sia alcuna "differenza di altezza" durante la stratificazione del materiale di supporto PVA sopra il materiale da costruzione primario.

Per verificare ciò, si consiglia di stampare in 3D una barra da 5 cm x 1 cm e di stampare ogni 1 o 2 strati con l'ugello sinistro e i seguenti da 1 a 2 strati con l'ugello destro e ripetere più volte questo processo. Se noti una stratificazione non perfetta, gli ugelli non vengono livellati correttamente. Ad esempio, questo processo può essere eseguito con PLA.

venerdì 18 maggio 2018

FILAMENTO POLIAMMIDE PA-HP ALTO MODULO CARICATO CON FIBRA CARBONIO, MASSIMA RESISTENZA AGENTI CHIMICI, USI MECCANICI, DRONI, AUTOMOTIVE




FILOPRINT propone un interessantissimo tipo di filamento in POLIAMMIDE PA-HP Carbon by TREEDFILAMENT 

Trattasi di una Poliammide ad alto modulo caricata con carbonio, è uno dei tipi di filamento capaci di sostituire la stampa 3D in metallo, nessun altro polimero nella stampa 3D FDM è in grado di riprodurre lo stesso alto modulo, l'elevata temperatura di esercizio e l'elevata resistenza allo stress.

Gli oggetti stampati con POLIAMMIDE PA-HP Carbon riescono a sopportare temperature ( non fuoco) fino a 240 °C con una resistenza all'impatto di 36 kJ/m2 con una resistenza alla tensione di 200 Mpa ed una densità di 1,4 g/cm3

POLIAMMIDE PA-HP è stato sviluppato per ottenere la migliore adesione fra gli strati senza particolari problemi.
POLIAMMIDE PA-HP Carbon, si può utilizzare in modo ottimale per componenti strutturali di AUTOMOTIVE – DRONI – MECCANICA – elementi di PARTI IN MOVIMENTO ed in generale tutti quei componenti a cui sono richiesti alti livelli di resistenza a rigidità e basso coefficiente di dilatazione termica.
POLIAMMIDE PA-HP Carbon, è minimamente influenzato dalla umidità ambientale ed ha proprietà elettriche come resistenza all'isolamento ed alla conduzione superficiale di circa 10² Ohm



CARATTERISTICHE DELLE POLIAMMIDI:

Resistenza all’invecchiamento alle alte temperature e nel tempo;
Elevata resistenza e rigidità;
Tenacità anche alle basse temperature;
Elevata fluidità,
Ottime proprietà dielettriche;
Resistenza all’abrasione;
Resistenza chimica;
Resistenza ad agenti chimici quali la benzina, i grassi e gli aromatici;

PRINCIPALI APPLICAZIONI DELLE POLIAMMIDI

Industria automobilistica
Elettricità ed elettronica
Connettori: connettori CEE industriali, morsettiere.
Industria meccanica e generale parti in movimento
AUTOMOTIVE
AEROMOTIVE
DRONI

IMPOSTAZIONI DI STAMPA PER POLIAMMIDE PA-HP

Temperatura di stampa: 280 °C – 290 °C
Temperatura letto stampa: 70°C - 90 °C
Diametro minimo di ugello: 0,4 mm
Velocità di stampa: 30-50 mm/s
Ventola raffreddamento materiale: 0°C ( sempre spenta )


Suggerimenti per la stampa ottimale POLIAMMIDE PA-HP CARBON

0,4 mm è il diametro minimo dell'ugello che si consiglia VIVAMENTE di acciaio rettificato, onde evitare un eccessivo consumo. Le fibre di carbonio sono molto abrasive, suggeriamo quindi di utilizzare TASSATIVAMENTE un ugello in metallo temprato al Widia.

Si consiglia di stampare con letto di stampa con installato tappetino tipo LOKBUILD e di usare macchine di stampa 3D chiuse su 4 lati, al fine di avere una perfetta adesione al piano di stampa. Si consiglia anche di usare il RAFT oppure il BRIM


POLIPROPILENE PLENE CARBON FILAMENTO AL CARBONIO PER USI MECCANICI, DRONI, AUTOMOTIVE, IDRAULICI BASSA IGROSCOPIA




FILOPRINT presenta un nuovo tipo di filamento in POLIPROPILENEPLENE CARBON by TREEDFILAMENTS è uno filamento molto interessante perchè coniuga la resistenza meccanica del POLIPROPILENE, il famoso MOPLEN di Giulio Natta, con una carica in polveri di carbonio al 18% che ne rinforza ulteriormente la struttura.

Con un valore di Modulo a flessione di 7000 MPa ed una resistenza alla temperatura continua ( non fuoco) fino a 100 °C POLIPROPILENE PLENE CARBON si pone come una valida alternativa all'uso di materiale altamente tecnici ma molto più costosi. Il giusto equilibrio con fibre di carbonio e polipropilene permette di ottenere una buona stampa del materiale, senza fratture o cedimenti occulti, con un'ottima adesione fra i layer.

POLIPROPILENE PLENE CARBON è stato testato per la realizzazione di stampe 3D di pompe per fluidi speciali. Il suo migliore utilizzo è legato alla realizzazione di pompe di circolazione liquidi, sia per il corpo che come turbina, i cui componenti devono stare a contatto con molti fluidi aggressivi. POLIPROPILENE PLENE CARBON è idonea per le applicazioni ATEX, per componenti di motore automobilistici e marini, elementi meccanici per DRONI e AUTOMOTIVE oltre che per componenti meccanici di uso estremo.

POLIPROPILENE PLENE CARBON non è igroscopico, quindi non è necessario pre-asciugarlo prima dell'uso.



DESCRIZIONE TECNICA POLIPROPILENE
Il polipropilene (o polipropene, abbreviato in PP) è un polimero termoplastico che può mostrare diversa tatticità. Il prodotto più interessante dal punto di vista commerciale è quello isotattico isotattico e sindiotattico sono quei tipi di materiali che, data la maggiore facilità nell'assumere una struttura cristallina o semi-cristallina, sono in genere plastiche rigide ampiamente utilizzate nell'industria.: è un polimero semicristallino caratterizzato da un elevato carico di rottura, una bassa densità, una buona resistenza termica e all'abrasione.
La densità del polipropilene isotattico è di circa 1 g/cm3 e il punto di fusione è spesso oltre i 165 °C. Le proprietà chimiche, determinate in fase di produzione, comprendono la stereoregolarità, la massa molecolare e l'indice di polidispersione. Il prodotto atattico si presenta invece come un materiale dall'aspetto gommoso, e ha scarso interesse commerciale (è stato usato solo come additivo).
Il polipropilene è usato anche come isolante per cavi elettrici, in alternativa al cloruro di polivinile, per cavi di tipo LSOH in ambienti a bassa ventilazione, come ad esempio le gallerie: la caratteristica del polipropilene di emettere meno fumi ed alogeni tossici, i quali ad alte temperature possono produrre sostanze acide, lo rende particolarmente indicato per questo impiego.
L'uso del polipropilene si è esteso a vari campi dell'industria; un esempio importante è la produzione dei tubi per acqua e gas. Il PP ha recuperato rispetto al PE (polietilene) come materia prima per la costruzione di tubazioni per trasporto di acqua e gas in pressione e non: il motivo è da ricercare nelle maggiori performance chimiche e soprattutto meccaniche del PP rispetto al PE. Un'altra utilizzazione molto interessante del polipropilene è la costruzione di aeromodelli dinamici che conferisce al velivolo stesso una leggerezza unica. Oggi sono prodotti in PP un numero elevato di oggetti e componenti da costruzione.





COME STAMPARE IL POLIPROPILENE PLENE CARBON

Temperatura di estrusione: 260-270 °C
Temperatura letto di stampa: 50-70 °C
Diametro minimo ugello: 0,4 mm
Ventola raffreddamento materiale: 0%
Velocità di stampa: 30/50 mm/s

Suggerimenti per la stampa di POLIPROPILENE PLENE CARBON

ATTENZIONE! Per la stampa di questo tipo di materiale è fortemente consigliato ( anche se non indispensabile ) il tappetino in carbonio FLATFORCE LENE PLATE acquistabile in versione rettangolare che circolare dal produttore NORTHYPE a questo link:  CLICCA QUI
Il tappetino è acquistabile separatamente SOLTANTO direttamente presso la ditta produttrice NORTHYPE e si avvisa che, è usabile solo ed esclusivamente per la stampa del filamento in polipropilene. Se ci viene stampato sopra altri materiali non sarà più possibile usarlo con il polipropilene, ma solo come tappetino di aiuto adesione generico.
E' fortemente consigliato l'uso di macchine per stampa 3D con camera di stampa chiusa su 4 lati.

0,4 mm è il diametro minimo dell'ugello con fibre di carbonio rinforzate. Le fibre di carbonio sono abrasive, suggeriamo di utilizzare un ugello in metallo temprato al Widia. NO superficie teflonata!

giovedì 17 maggio 2018

POLIAMMIDE PA6-KEVLAR FILAMENTO RESISTENTE A TEMPERATURE FINO A 200 GRADI, MASSIMA RESISTENZA A TRAZIONE, TORSIONE, IMPATTO AGENTI CHIMICI


POLIAMMIDE PA6-KEVLAR ø 1,75 MM

TECHArmed POLIAMMIDE PA6-KEVLAR è un filamento base POLIAMMIDE grado PA6 caricata con Kevlar (Aramid) by TWARON al 15%

Questo tipo di filamento è stato migliorato al fine di evitare bolle e vuoti grazie al limitato assorbimento di umidità.

Per chi vuole acquistare a multipli di 10 mt per test di stampa, oppure la bobina intera, può farlo linkandosi al nostro shop On-Line: CLICCANDO QUI



TECHArmed POLIAMMIDE PA6-KEVLAR è il filamento ideale per la stampa di parti che richiedono durezza e resistenza agli urti. TECHArmed POLIAMMIDE PA6-KEVLAR ha ottima resistenza agli attacchi acidi ed a quelli di idrocarburi aromatici.

TWARON FILAMENTS
Grazie alle sue proprietà uniche, il compound al 15% usato per la carica della poliammide by Twaron, può può essere utilizzato in una vasta gamma di applicazioni. Come il Kevlar, Twaron è una fibra sintetica estremamente robusta e fortemente resistente al calore. Può essere utilizzato nella produzione di diversi materiali che comprendono l'industria militare, l'edilizia, l'industria automobilistica, l'aerospaziale e persino lo sport. Tra gli esempi di materiali realizzati da Twaron ci sono: protesi per il corpo, elmetti, giubbotti balistici, tubi per turbine, cavi, elementi meccanici AUTOMOTIVE ed AEROMOTIVE, componenti per DRONI

Twaron è anche una fibra leggera para-amid. È molto simile al Kevlar che ha una proprietà di grande impatto. Come il Kevlar, anche Twaron è cinque volte più resistente dell'acciaio. È anche resistente agli agenti chimici e al taglio. E' resistente al''usura ed alla flessione e stiramento. ATTENZIONE: non ha molta capacità di resistere ai raggi U.V. - Per questo si consiglia di proteggere il pezzo stampato 3D se deve essere esposto al sole.



Sia il Kevlar che il Twaron appartengono alla famiglia delle fibre sintetiche aramidiche. Sono cinque volte più resistenti dell'acciaio eppure flessibili. Sono resistenti al calore, resistenti ai tagli, resistenti agli agenti chimici e possono sopportare impatti elevati.

Eccellenti proprietà di resistenza alla compressione
Resistente al calore fino a 200 gradi Celsius
Ottima resistenza ad agenti chimici comuni
Elevata stabilità dimensionale



INDICAZIONI PER LA STAMPA
Temperatura di estrusione: 255 - 270 ° C
Temperatura del letto stampa: 75 ° C
Velocità di stampa consigliata: 3600 mm / min
Diametro del filamento: 1,75 mm
Distanza di retrazione: 2 mm
velocità di retrazione: 900 mm/min
Se piano in vetro: LACCA SUPERFORTE e RAFT O BRIM se oggetti di grandi dimensioni
Se tappetino: No lacca, No colle, si consiglia l'uso del RAFT su oggetti di grandi dimensioni

TECHArmed + Skin

TECHArmed POLIAMMIDE PA6-KEVLAR è rivestito con una pellicola finissima che gli permette di limitare notevolmente la contaminazione da umidità. TECHArmed + Skin protegge inoltre l'ugello da carichi eccessivamente abrasivi, tuttavia si consiglia VIVAMENTE L'USO DI UGELLI IN ACCIAO RETTIFICATO.

PARTICOLARITÀ DI RESILIENZA
Resistenza agli urti
Resistente al calore
Resistente all'abrasione
Resistente alla compressione
Basso assorbimento di umidità
Densità: 1.155 gg/cm cubo
Bassa resistenza raggi UV

mercoledì 18 aprile 2018

FILAMENTO PER STAMPA 3D SCOLPIBILE E MODELLABILE ALL'INFINITO LUCIDABILE, VERNICIABILE, FILETTABILE, SENZA LAYER IN SUPERFICIE




FILOPRINT presenta una innovativa tipologia di filamento scolpibile e modellabile in post-produzione dal nome SKULPT prodotto dalla Thibra3D in collaborazione con FORMFUTURA, che consente di stampare oggetti e poi scolpirli e modellarli come se fossero fatti di argilla. Questa operazione è possibile in post-stampa semplicemente operando con un PHON industriale a temperatura di circa ± 70 ° C direttamente sull'oggetto stampato. Con SKULPT 3D sarà possibile modificare e rifinire l'oggetto, scolpendolo o rimodellandolo leggermente.


La cosa più eclatante è quella di
ELIMINARE DEFINITIVAMENTE tutti i LAYER VISIBILI che di solito sono presenti nella maggior parte della stampe 3D FDM/FFF oltre che eliminare tutte le imperfezioni causate da blob, zits, giunsioni e strutture di supporto rimosse dall'oggetto.

Con SKULPT 3D gli oggetti possono essere facilmente rimodellati e resi perfettamente lisci in superficie senza deformazioni i perdite di dettaglio delle superfici sulle quali si opera.





CARATTERISTICHE UNICHE:

Scolpibile e modellabile applicando calore
Molto facile da dipingere con colori acrilici
Gli oggetti stampati SKULPT 3D possono essere lucidati
Le stampe possono essere ripetutamente scolpite e riutilizzate
autoportante

Thibra3D Skulpt, il primo filamento scolpibile e modellabile al mondo. Thibra3D Skulpt è un filamento unico per l'uso con la stampa 3D Perché consente all'utente di apportare modifiche direttamente sull'oggetto dopo la stampa!
Thibra3D Skulpt è infinitamente modificabile se riscaldato con una pistola ad aria calda. Una scelta rivoluzionaria per designer industriali, prototipi, artisti, architetti, produttori di oggetti di scena o chiunque desideri realizzare creazioni complete, pulite ed estremamente lisce con la loro stampante 3D.



Possibilità infinite per applicazioni creative nella stampa 3D

Thibra3D Skulpt è un materiale termosensibile che si comporta come l'argilla. Con Thibra3D Skulpt non devi più preoccuparti di eliminare gli inestetici soliti LAYERS visibili, blob o zits sulla superficie della stampa 3D. Basta dirigere un po 'di calore e apportare le regolazioni del caso. Il materiale può essere modellato più e più volte.

Thibra3D Skulpt è un prodotto della gamma di Thibra Sculptable Plastics. Tutti i materiali di scultura Thibra possono essere verniciati in modo facile e veloce. Basta sgrassare l'oggetto, mettere il prime (spray) prime e dipingere il tuo progetto.

Nel caso si volesse prendere visione di come verniciare un oggetto con pitture acriliche si prega di prendere visione del tutorial sul nostro BLOG a questo link: https://stampoin3d.blogspot.it/2016/12/guida-su-come-carteggiare-incollare.html


Funzionalità di Thibra-3D

Tutte i fastidiosi LAYER visibili sulle superfici degli oggetti stampati saranno solo un brutto ricordo. Ogni più piccolo difetto sarà eliminato grazie al calore ed acqua.
Thibra3D Skulpt è leggero, forte e autoportante per tutte le dimensioni in stampa dalle più piccole fino al limite fisico massimo della stampante 3D. Non solo si può scolpire a mano libera con gli appositi attrezzi da ma si può anche aggiungere del materiale ove necessario, tagliare aggiungere e modificare all'infinito l'oggetto stampato
Thibra3D Skulpt si modella con una bassa temperatura intorno ai 70 gradi Celsius ideali per una modellazione molto ben controllata e facile da eseguire.
E' anche facile da dipingere. Basta sgrassare con acqua tiepida e sapone la superficie e procedere con i classici metodi di verniciatura della plastica
Thibra3D Skulpt è riutilizzabile all'infinito senza rompersi mai
Per la modellazione di può utilizzare un bruciatore ad alcool, acqua calda o una pistola termica per riscaldare aree specifiche della stampa 3D in tempo reale.
Thibra3D Skulpt si presenta con una superficie dura, lucidabile e facile da dipingere.