Visualizzazioni totali

lunedì 3 agosto 2015

POLYMAKER INTRODUCE POLYSUPPORT NUOVO FILAMENTO DI SUPPORTO PER STAMPA 3D STAMPABILE CON MACCHINE ANCHE A SINGOLO ESTRUSORE FACILMENTE STACCABILE, SENZA LIQUEFAZIONI CHIMICHE O POST-LAVORAZIONI

Polymaker introduce PolySupport nuovo filamento di supporto per stampa 3d che si stacca facilmente senza liquefazioni o post-lavorazioni e con macchine a SINGOLO ESTRUSORE


Il filamento più popolare per la stampa 3D è di gran lunga il PLA, un materiale termoplastico che è facile da stampare, atossico e completamente riciclabile. Il problema con il PLA però è che risulta essere piuttosto fragile ed è suscettibile a danni da umidità e stoccaggio improprio in ambienti umidi. Per la relizzazione di oggetti più forti, di solito si opta per l'ABS, che però porta con sé una serie di problemi ed inconvenienti. Nonostante sia più duro e più durevole del PLA, l'ABS può essere piuttosto difficile da stampare e richiede temperature molto specifiche e di solito anche un letto riscaldato per una corretta stampa. Purtroppo però emette dei fumi tossici per il corpo umano, se inalati oltre che avere difficoltà di realizzazione per i noti problemi di “piegamento”.

Un numero crescente di produttori di materiali per la stampa 3d hanno così iniziato a spostare la loro attenzione alla produzione di materiali ad alta tecnologia, nel tentativo di limitare l'uso dell'ABS. Polymaker è già ben noto per la produzione di alcuni materiali di stampa 3D molto apprezzati.

L'ultima aggiunta alla loro scaletta di materiali avanzati di stampa 3D è il loro nuovo materiale di supporto, PolySupport. FILOPRINT www.filoprint.it è lieta di commercializzare a metri e suoi multipli, per test e verifiche tecniche di questo fantastico materiale.

Modelli 3D con geometrie complesse tendono ad essere difficili da stampare utilizzando materiali di stampa 3D standard. Più il modello è complesso nelle sue forme o spazi aperti all'interno di esso e più avrà bisogno di materiale di sostegno per portare a termine correttamente la stampa 3D.

Generalmente il materiale di sostegno viene aggiunto come ultimo passo prima di inviare all'analisi del programma di SLICING e la relativa stampa 3D. Questi supporti sono collegati all'oggetto principale in modo tale da renderli facilmente separabili dall'oggetto primario. Purtroppo 'facile' di solito questa operazione di distacco non lo è affatto. I supporti possono essere rimovibili ma serve molto tempo ed attenzione per il distacco. Inoltre la cosa può complicarsi in quanto molto spesso il modello può essere danneggiato irrimediabilmente perchè il supporto si è troppo “attaccato” ad esso.

Singolo e doppio estrusore

La caratteristica più eclatante di PolySupport ™ è quella di poter essere utilizzato su entrambe le stampanti dual e single-estrusione. Può essere utilizzato come materiale di supporto dedicato (con macchine a doppio estrusore), oppure come unico filamento usato sia per il modello che come materiale di supporto (macchine a singolo estrusore). In entrambi i casi, la struttura di supporto può essere facilmente rimossa. Quindi, non importa quale stampante si possiede perchè questo tipo di filamento si può usare in entrambe le macchine a singolo o doppio estrusore. Ovviamente per la stampa a singolo estrusore sarà solo il materiale POLYSUPPORT ad essere estruso con un unico colore bianco opaco come quello che si può notare nelle foto.

Per fare un esempio, di seguito trovate tre immagini di testing, stampate con diverse esigenze di supporto su stampanti diverse. Il cubo di Hilbert, stampato sul Makerbot Replicator 2X con base PLA (nero) standard e PolySupport (bianco) come materiale di supporto. Il supporto è stato rimosso in meno di 3 minuti con un paio di piccole pinzette.

The Peel Bunny (scaricabile dal programma Meshmixer) è stato stampato sul FlashForge Creator Pro. Anche qui è stato usato un semplice standard PLA (rosso) di base al modello e PolySupport (bianco) utilizzato come materiale di supporto, il supporto è stato rimosso meno di 2 minuti.



Questi due esempi sono stati ovviamente stampati con macchine a doppio estrusore

Infine, L'ultimo oggetto il teschio, celtica Skull progettato da 3DWP è stato stampato su una Up Plus di 2° generazione. Questa stampante monta un singolo estrusore e quindi il modello di teschio è stampato nello stesso materiale POLYSUPPORT sia come materiale di base che quello di supporto. Questo modello dimostra che anche quando si stampa con lo stesso materiale POLYSUPPORT si possono creare modelli puliti e con un aspetto molto professionale di un bel colore perla. Il supporto per questo modello è stato rimosso in meno di 7 minuti e, come si può vedere, anche in fase di stampa PolySupport è un materiale che non lascia residui di supporto o danni alla superficie.


Il nuovo materiale PolySupport di Polymaker è stato progettato per essere facilmente rimosso a mano, senza danneggiare la finitura del modello finale. Non solo questo permette di ridurre drasticamente la quantità di tempo per il distacco, ma elimina virtualmente la possibilità di danneggiare il modello durante il processo di pulizia. PolySupport può essere stampato in modo corretto a 220-240 ° C e NON è richiesto un lettino riscaldato. E' stato anche formulato per essere abbastanza forte da essere utilizzato come qualsiasi altro materiale PLA, su stampante a singolo estrusore. Si può anche includere il rafting per una base più solida e priva di ritrazioni ed i supporti realizzati risultano essere molto facili da rimuovere, come quando vengono stampati con un secondo materiale su una stampante 3D a due estrusori.

Infine con POLYSUPPORT si elimina l'obbligo di immergere l'oggetto in acqua o LIMONENE ed attendere ore per la completa soluzione del materiale di supporto.

Molti designer che attualmente lavorano in 3D, fanno di tutto per evitare di usare il supporto nei loro progetti, optando invece per creare diversi pezzi meno complessi da assemblare in seguito.
Con PolySupport viene annullato questo problema dando la possibilità di realizzare oggetti con grandi sbalzi in altezza e profondità, prevenendo problemi di stampa a causa della mancanza di supporto. FILOPRINT crede che questo materiale sia fortemente indicato ai progettisti industriali che vogliono liberare la loro creatività e seguire così nuove strade più facili e perfettamente realizzabili per i loro progetti avanzati.

Date un'occhiata al video che dimostra quanto bene funzioni questo materiale PolySupport:




Nessun commento:

Posta un commento