Visualizzazioni totali

venerdì 30 giugno 2017

COME AUTO COSTRUIRSI UN MOTORE BRUSHLESS CON PLA CARICATO ACCIAIO STEELFILL, XT HT 5300 E FILO DI RAME CON LA STAMPA 3D

COME AUTO COSTRUIRSI UN MOTORE BRUSHLESS CON PLA CARICATO ACCIAIO STEELFILL, XT HT 5300 E FILO DI RAME CON LA STAMPA 3D



Per chi volesse autocostruirsi un motore tipo BRUSHLESS con un po' di ingegno e la sua stampante 3D, FILOPRINT propone questo interessante tutorial della MAKESEA dove si spiega minuziosamente e con tutti i file STL già pronti per la stampa 3D, la costruzione di un motore senza spazzole che può raggiungere senza problemi velocità di rotazione ci circa 15.000/16.000 giri al minuto.


Proponiamo questo post perché riteniamo che l'uso di simili motori elettrici molto efficienti, leggeri e facili da realizzare possa dare qualche spunto per un uso nel campo dei Droni, piuttosto che in quello degli RC come anche per semplici areatori o condotti di aspirazione fumi.

Per la stampa 3D FILOPRINT suggerisce due tipologie di ottimi filamenti, venduti entrambi sul nostro shop on-line, tecnici ma facili da stampare con buone performances generali. Stiamo parlando di: STEEFILL e XT_HT_5300 entrambi della COLORFABB usati il primo, per il supporto metallico avvolgitore filo rame ed il secondo come supporto rotore.



Per la parte puramente costruttiva ed elettrica, abbiamo scelto il motore spazzolato stampato 3D di makeSEA V2 di cui si può prendere i file e le spiegazioni dettagliatissime di stampa e successiva auto-costruzione semplicemente CLICCANDO SUL LINK QUI

Facciamo notare che NON abbiamo provato fisicamente la realizzazione di tale motore ma possiamo indicare agli eventuali interessati che, il tutorial di cui sopra si basa si tipologie di filamenti molto simili a quelli della COLORFABB e pertanto riteniamo sufficientemente valida la sostituzione con i materiali indicati ( n.d.r: quelli usati in originale sono anch'essi venduti sul nostro shop)

Per quanto riguarda un tangibile esempio di come procedere ed anche per un consiglio sull'uso di questo progetto, Vi preghiamo di visionare questo VIDEO di Christopher Laimer : 
sul suo primo volo utilizzando questo motore. Il video fornisce comunque un'ottima indicazione di massima su come procedere alla realizzazione di tutti i componenti costituenti il motore effettivo.

Facciamo notare che abbiamo stampato in 3D solamente le parti senza assembrarle con una stampate su Ultimaker 2 con un ugello da 0,25 mm. Lo statore è stato stampato con STEELFILL ad altezza dello strato di 0,16 mm. L'alloggiamento è stato stampato con XT HT 5300 a 0,06 mm di altezza dello strato.



Uno degli aspetti tecnici del filamento SteelFill è che ha proprietà magnetiche e quindi si adatta in modo più verticale all'uso per cui ne è stato fatto oggetto.

L'elevato contenuto di acciaio del materiale SteelFill rende questo filamento abbastanza abrasivo agli ugelli d'ottone. Si consiglia pertanto di stampare con ugelli resistenti all'abrasione.



Per quanto riguarda invece XT_HT_5300 è un filamento realizzato con Eastman Amphora ™ HT5300 che è un materiale a basso contenuto di odori e senza stirene, molto verticale ed adatto ad utenti avanzati ed esigenti, in particolare quelli che necessitano di modelli di elevata durata, resistenza meccanica e resistenza ad alta temperatura con Tg di oltre 100 ⁰C. XT HT 5300 consente agli utenti professionali di creare elementi più durevoli e utili, rendendo il prototipo veramente funzionale.

Speriamo che questa indicazione possa in qualche modo aiutare qualche interessato a provare la realizzazione di un motore elettrico molto utile e soprattutto ideale per svariate applicazioni. Grazie a tutti per la cortese attenzione

Nessun commento:

Posta un commento