Visualizzazioni totali

mercoledì 20 settembre 2017

STAMPA 3D ABITO DA DONNA “FUTURISTA” DI SIMONE LEONELLI TRA ARTE, MODA E STAMPA 3D

STAMPA 3D ABITO DA DONNA “FUTURISTA” DI SIMONE LEONELLI TRA ARTE, MODA E STAMPA 3D

Poiché la stampa 3D diventa sempre più accessibile alle persone al di fuori dei settori manifatturiero, scientifico e tecnologico, stiamo iniziando a vedere il suo potenziale realizzato in tutti i modi interessanti. La combinazione della stampa 3D e della moda, ad esempio, può non sembrare la forma più naturale dell'espressione dell'ingegno umano, ma sta cominciando a diventare una realtà quotidiana in tutto il mondo.

FILOPRINT propone questo interessante POST by 3DERS provenienete dalla Nuova Zelanda dove, una recente mostra presso l'Istituto di Arte Contemporanea di Perth (PICA) ha dimostrato ciò che è ora possibile allo stato dell'arte che si interseca tra la produzione digitale e la moda.

FOTO 1 – FOTO 2



3Ders ha parlato con Simone Leonelli, dello studio di design W230 di Perth, sulle sue esposizioni appositamente denominate '' Blurred Boundaries '' ed i modi in cui interagiscono la stampa 3D e il design della moda. Originariamente dall'Italia, dove ha lavorato come designer interni e mobili per diversi marchi principali, si trasferisce in Australia per lavorare nel settore della gioielleria che come designer architettonico. I progetti interdisciplinari sono sempre stati i suoi preferiti, a causa del loro processo di sviluppo "sempre intrigante e impegnativo".

FOTO 3 – FOTO 4



"I concetti della moda sono sempre sviluppati attraverso processi e tecnologie differenti", dice Leonelli. "Uno dei metodi più emozionanti e fluidi dell'espressione di oggi si ottiene con l'uso di progettazione computazionale e di stampa 3D ... La stampa 3D è un processo che può essere adattato a diversi settori e compiti disparati. Anche se questa tecnologia è ancora alle fasi iniziali di scoperta, ricerca e sviluppo.

"Il vero ambito della sua flessibilità e scalabilità è ancora da scoprire, con i laboratori di R & S che annunciano nuovi sviluppi quotidianamente. È impossibile produrre modelli geometrici attraverso metodi tradizionali di produzione, le complessità non possono essere realizzate semplicemente con stampi ad iniezione o anche processi di fresatura. Anche se potresti essere in grado di incidere queste forme a mano, sarebbe estremamente intenso per il lavoro, e questo metodo mi permette di massimizzare la produttività senza compromettere la qualità del progetto, riferisce Leonelli

FOTO 5 – FOTO 6



'' Blurred Boundaries '' erano parte del programma del festival della moda di Telstra Perth e mostravano indumenti e accessori stampati in 3D ispirati alla bellezza del mare. Leonelli lo descrive come un'esplorazione della moda, delle strutture biologiche e della tecnologia. "Le sue forme non sono guidate dall'imitare i disegni della natura, ma piuttosto come una combinazione del modo in cui la natura progetta e la sua interpretazione umana".

La mostra è nata come risultato del progetto "Fashion Look Total" di Leonelli, iniziato quest'anno. Dopo aver sperimentato in precedenza elementi stampati 3D in combinazione con tessuti e altri materiali tradizionali, ha iniziato a produrre vestiti esclusivamente attraverso la stampa 3D. Il suo studio utilizza due stampanti standard FDM 3D desktop e, soprattutto, stampa con filamenti PLA. Questo termoplastico è stato il favorito della sua squadra per il suo essere non tossico, biodegradabile e bioattivo, derivante da risorse rinnovabili come amido di mais, radici di cassava, patatine o canna da zucchero.

FOTO 7 – FOTO 8



Descrivendo il suo flusso di lavoro a 3Ders, Leonelli ha affermato di utilizzare metodologie di progettazione computazionale, che gli consentono di gestire complesse geometrie e oggetti non standard. "La produzione di tessuti con sistema “additivo” è la chiave [per tradurre] quello che sta accadendo sul display del mio computer portatile in veri oggetti tangibili", ha detto. "La bellezza di lavorare con questi strumenti high-tech è la possibilità di lavorare senza seguire un flusso di lavoro o una gerarchia standard.

"Puoi, ad esempio, far scorrere l'oggetto a testa in giù per simulare il processo di ingegneria inversa, iniziare con il prodotto o il risultato finito e lavorare all'indietro. Puoi anche saltare da una parte della timeline a un'altra con una grande quantità di flessibilità e libertà ... La produzione di stampe 3D rende le idee creative semplici da produrre. Attualmente è uno dei modi più efficienti per trasformare idee di design in prodotti ".

Leonelli ha diversi altri progetti attualmente in fase di produzione, e più di questo lavoro può essere trovato in questo link: CLICCARE QUI  

TUTTE LE IMMAGINI COPYRIGHT: (Florian Michaud)

Fonte: 3Ders


Nessun commento:

Posta un commento