Visualizzazioni totali

mercoledì 3 ottobre 2018

GUIDA SU QUALE TAPPETINO O LASTRA PER STAMPANTE 3D ACQUISTARE PER UNA MIGLIORE ADESIONE AL LETTO DI STAMPA


GUIDA SU QUALE TAPPETINO O LASTRA PER STAMPANTE 3D ACQUISTARE PER UNA MIGLIORE ADESIONE AL LETTO DI STAMPA

Una componente vitale della stampante 3D è la superficie sopra il piano di stampa, RISCALDATO o meno, che può avere un enorme impatto sulla qualità della stampa e soprattutto della perfetta adesione al letto di stampa dell'oggetto


PCB in alluminio



Attualmente, la maggior parte delle stampanti 3D viene fornita con un letto riscaldato. Alcuni di questi sono realizzati con una piastra in fusione di alluminio con un PCB incorporato sotto la superficie (fusione contro alluminio laminato a freddo perché non si deforma dal calore). Questi sono solitamente montati con il PCB sul fondo e l'alluminio è posizionato molto semplicemente sulla parte superiore e quindi la macchina permette la stampa direttamente sull'alluminio. Su questa base di alluminio, al fine di preservarla da possibili danneggiamenti e sporcizia, si può ovviamente applicare vari tipi di TAPPETINO o materiali adesivi per letti STAMPA 3D oltre che applicare delle lastre in vari tipologie di materiale per una perfetta adesione dei filamenti normalmente molto ostici da trattare per la loro difficile adesione al piano (vedi descrizione LASTRE MATERIALE PLASTICO più avanti).

VETRO BOROSILICATO



Il piano in vetro borosilicato, a causa del suo rapido trasferimento di calore, è una delle superfici più comunemente usate. Alcune stampanti vengono fornite con il vetro nudo, o con qualche altra superficie aderente ad esso. Il vetro funziona molto bene nel fornire una finitura a specchio sul fondo delle stampe, ma i migliori risultati si possono trovare quando si utilizza uno spruzzo rapido di lacca per stampa 3d, oppure tipi di colla liquida tipo Elmer o colle STICK da spalmare.

KAPTON



E' possibile anche installare dei nastri adesivi in KAPTON da applicare sulla superficie in vetro borosilicato. Il nastro Kapton è comunemente usato in elettronica per l'isolamento termico, ma al contrario nella stampa 3D viene utilizzato per distribuire uniformemente il calore attraverso il letto e permettere quindi una adesione migliore per materiali molto difficili da tenere fermi sul piano come ABS – ASA - NYLON. Il nastro Kapton può essere facilmente danneggiato dalla rimozione del pezzo stampato ma, dato il suo costo a bobina molto contenuto, garantisce un uso molto prolungato. Il vero problema sta proprio nel fatto che, essendo molto facile al danneggiamento, si renda necessaria la sua sostituzione molto spesso e questo ovviamente può creare disagio per l'utente.
Per dovere di cronaca molti usano anche il classico NASTRO BLU da carrozzieri che ha dalla sua un costo infinitamente più basso ma data la sua natura a base di carta comune, è molto facile da essere danneggiato e soprattutto, la sua superficie leggermente corrugata, non permette alla superficie plastica in estrusione, di rendersi perfettente liscia. Inoltre non sopporta molto il calore necessario per la stampa di materiali come ABS che necessitano di temperature intorno ai 100 gradi che tendono a bruciare il nastro BLU in carta.

PEI (Ultem)



E' possibile montare un tappetino in PEI ULTEM da applicarsi al piano di vetro grazie all'adesivo incorporato. Il PEI ULTEM è una polimero che ha proprietà uniche per resistenza a temperature e scalfiture superficiali. Purtroppo però non permette una perfetta adesione per tutti i materiali. Alcuni materiali si attaccano molto bene, come il PETG, altri fondamentalmente si saldano ad esso, come i filamenti in gomma TPU o TPE. In questi casi, la colla stick può essere utilizzata come agente distaccante piuttosto che come adesivo, creando una barriera tra due materiali e impedendo loro di aderire quasi permanentemente fra loro. Dato il costo piuttosto elevato del tappetino in PEI e soprattutto a causa dei suddetti problemi di adesione con alcuni tipi di filamento, il tappetino in PEI non è molto consigliato a meno che non si voglia stampare solo ed esclusivamente il PETG.

GAROLITE



La garolite è uno dei materiali meno comuni per le superfici per letto stampa, ma tuttavia possiede alcune proprietà interessanti. È una lastra in fibra di vetro impregnato con resine epossidiche e polimerizzato sotto pressione. Viene fornito in lastre dello spessore di solo un paio di mm, ma questo è sufficiente per stampare molto bene soprattutto tutti i tipi di nylon e impedire che si deformi, anche quando il letto non è riscaldato. Il nylon è noto per deformarsi e staccarsi dal letto stampa senza che il letto stesso sia riscaldato almeno a 70 gradi e l'utilizzo di colla vinilica, ma con il piano in GAROLITE non sono necessari. La lastra in GAROLITE quindi è sconsigliata soprattutto per filamenti come ad esempio il PLA o ABS ed invece consigliatissimo solo per un uso legato alla stampa dei NYLON e suoi derivati anche caricati con carbonio, fibra vetro o kevlar.

LOKBUILD



In alterantiva esiste anche un tappetino molto performante e valido per moltissimi tipi di materiali dal nome LOKBUILD che può essere applicato a superfici come il vetro e l'alluminio, grazie al suo speciale adesivo di facile removibilità. È una plastica base POLIPROPILENE che, se trattata con cura e soprattutto pulita senza l'uso di prodotti ACIDI aggressivi, può durare per molte stampe e può trattenere molto tenacemente in piano anche molte tipolgie di filamenti solitamente più ostici da far aderire come ABS – ASA – NYLON – GOMMA ecc. Ecc.

LASTRE MATERIALE PLASTICO: POLIPROPILENE – POLIETILENE – POM-C / DELRIN - PVDF



Vedi riferimento altro nostro post;  CLICCA QUI

Esistono in commercio diversi tipi di filamento FDM molto tecnici quali ad esempio i POLIPROPILENICI, I POLIEMMIDICI, i filamenti tipo POM-C (Poliossimetilene) detto anche DELRIN ed il POLIVINILIDENFLUORURO ( PVDF)

Queste tipologie di materiale molto tecnico hanno prestazioni eccellenti sotto molti punti legati a varie tipolgie di resistenza ma sono anche molto difficili da stampare, soprattutto proprio per la difficilissima adesione al piano di stampa.

Dal momento che il materiale per eccellenza sul quale riescono ad aderire perfettamente può essere solo se stesso, FILOPRINT propone una soluzione con due diverse misure standard per letto di stampa generici nelle due classiche misure da 203x203 mm e 305x305 mm.

Per le procedure legate alle indicazioni di temperatura letto stampa, di solito per tutte le lastre sono mediamente di un 40% più basse rispetto a quelle solitamente usate per queste tipolgie di filamenti. Questo va a tutto vantaggio di un miglior controllo delle temperature del letto stampa, oltre che una non indiffernete riduzione di consumo energia elettrica.

LASTRA TAPPETINO DI STAMPA IN POLIPROPILENE

Questo tipo di lastra in POLIPROPILENE PP-H di colore naturale è del tipo NON adesivo.
Essa si applica al posto del piano di vetro o di alluminio già esistente con le apposite CLIP

Lo spessore della lastra di POLIPROPILENE è di 3 MM. Non è quindi flessibile e non si può piegare

La lastra di POLIPROPILENE non è indicata per la stampa del PLA SEMPLICE O ANCHE PER PLA CARICATO CON POLVERI METALLICHE E O LEGNO ma solamente per materiali tecnici come ABS, PETG, GOMMA, NYLON e molti altri tipi di filamento ad alta deformazione. Tuttavia la lastra di POLIPROPILENE è compatibile con PLA – SOLAMENTE DALLA PARTE LISCIA. Ad ogni modo, si consiglia di usare per il PLA, il classico piano in vetro con lacca che di fatto è la soluzione migliore, oppure l'utilizzo del tappetino adesivo tipo LOKBUILD.

ATTENZIONE: la lastra in POLIPROPILENE viene fornita con una parte superficiale sabbiata che va utilizzata ESCLUSIVAMENTE per la stampa del SOLO POLIPROPILENE. Una volta che si è stampato il POLIPROPILENE la lastra dalla parte ruvida NON è più utilizzabile per nessun altro tipo di materiale. Fare molta attenzione ad evitare l'utilizzo improprio con altri tipi di filamenti che non siano POLIPROPILENE perchè altrimenti la stampa con il filamento in POLIPROPILENE non aderirà più alla lastra stessa.

La sua istallazione è quindi estremamente semplice. Basta applicare le CLIPS a molla apposite (che si tolgono dal piano di vetro o in alluminio già esistente). Se non se ne possiede, occorre acquistarle da una qualsiasi cartoleria o rivendita di accessori per ufficio.

Si raccomanda di posizionare le clip in modo uniforme ed equidistante sui bordi perimetrali della lastra stessa ( in totale 8 clip 2 x lato) in modo tale da non avere forze di squilibrio che potrebbero disallineare il piano di stampa e soprattutto rendere tenace la presa della lastra al letto di stampa,onde evitare possibili spostamenti.

NON applicare la lastra su una superficie che non sia quella diretta del piano di stampa riscaldato o no.

Una volta installata correttamente sul piano di stampa, occorre procedere al livellamento del piano in modo accurato affinché il piano sia in perfetta livella ed ovviamente che l'HOT-END sia alla giusta distanza dalla lastra stessa


LASTRA TAPPETINO DI STAMPA IN POLIETILENE

Questo tipo di lastra in POLIETILENE PE-HD ALTO MODULO CLASSE 2 di colore naturale è del tipo NON adesivo. Essa si applica al posto del piano di vetro o di alluminio già esistente con le apposite CLIP

Lo spessore della lastra di POLIETILENE è di 3 MM. Non è quindi flessibile e non si può piegare

Le caratteristiche del polietilene sono l’elevata resistenza agli agenti chimici, acidi, alcali, alcool, benzina, soluzioni saline, lo scarso assorbimento dell’acqua e le buone proprietà elettriche.

Solitamente viene utilizzato entro la temperatura di – 40°C e MASSIMO 80°C. Entro i 60°C il PE e’ insolubile in qualsiasi solvente organico.

Il PE è inodore e insapore, è perfettamente adatto per usi a contatto alimentare.
E’ necessario porre attenzione durante la stampa 3D affinché il POLIETILENE non si surriscaldi.
Questa lastra, se trattata in modo corretto senza intaccarla con oggetti contundenti o portarla a temperature di esercizio oltre quella raccomandata, può durare per moltissime stampe.

La sua istallazione è quindi estremamente semplice. Basta applicare le CLIPS a molla apposite (che si tolgono dal piano di vetro o in alluminio già esistente). Se non se ne possiede, occorre acquistarle da una qualsiasi cartoleria o rivendita di accessori per ufficio.

Si raccomanda di posizionare le clip in modo uniforme ed equidistante sui bordi perimetrali della lastra stessa ( in totale 8 clip 2 x lato) in modo tale da non avere forze di squilibrio che potrebbero disallineare il piano di stampa e soprattutto rendere tenace la presa della lastra al letto di stampa,onde evitare possibili spostamenti.

NON applicare la lastra su una superficie che non sia quella diretta del piano di stampa riscaldato o no.

Una volta installata correttamente sul piano di stampa, occorre procedere al livellamento del piano in modo accurato affinché il piano sia in perfetta livella ed ovviamente che l'HOT-END sia alla giusta distanza dalla lastra stessa.


LASTRA TAPPETINO DI STAMPA IN POM-C DELRIN

Questo tipo di lastra in LASTRA POM-C DELRIN di colore naturale è del tipo NON adesivo. Essa si applica al posto del piano di vetro o di alluminio già esistente con le apposite CLIP

Lo spessore della lastra di POM-C DELRIN è di 4 MM. Non è quindi flessibile e non si può piegare

Il poliossimetilene (POM) è un polimero cristallino costituito da catene in cui si ripetono un gruppo metilene e un atomo di ossigeno (questo blocco si chiama appunto ossimetilene), che fornisce una materia plastica di alta resistenza.

Noto anche con i nomi commerciali di Zellamid 900, Delrin, Tecaform, Kepital, Kematal , Ertacetal e Berlin è un materiale molto difficile da far aderire correttamente e per questo si deve assolutamente utilizzare questa lastra composta da estruso dello stesso materiale.
Gli utilizzi delle resine acetaliche (nome del prodotto finito formato da poliossimetileni) sono particolarmente adatti a prendere il posto di parti metalliche di precisione (ingranaggi per orologi), leve, cuscinetti, viti, raccorderie per tubi, cerniere, attrezzature da sub, parti di biciclette, parti di valvole per erogare acqua calda e fredda.

E’ necessario porre attenzione durante la stampa 3D affinché il POM-C DELRIN non si surriscaldi.
La sua istallazione è quindi estremamente semplice. Basta applicare le CLIPS a molla apposite (che si tolgono dal piano di vetro o in alluminio già esistente). Se non se ne possiede, occorre acquistarle da una qualsiasi cartoleria o rivendita di accessori per ufficio.

Si raccomanda di posizionare le clip in modo uniforme ed equidistante sui bordi perimetrali della lastra stessa ( in totale 8 clip 2 x lato) in modo tale da non avere forze di squilibrio che potrebbero disallineare il piano di stampa e soprattutto rendere tenace la presa della lastra al letto di stampa,onde evitare possibili spostamenti.

NON applicare la lastra su una superficie che non sia quella diretta del piano di stampa riscaldato o no.

Una volta installata correttamente sul piano di stampa, occorre procedere al livellamento del piano in modo accurato affinché il piano sia in perfetta livella ed ovviamente che l'HOT-END sia alla giusta distanza dalla lastra stessa

La lastra di POM-C DELRIN è indicata SOLAMENTE per la stampa dello stesso tipo di filamento. Non è indicata per la stampa di qualsiasi altro tipo di materiale diverso dal POM-C

LASTRA TAPPETINO DI STAMPA IN PVDF

Anche per questo tipo di materiale si raccomanda l'utilizzo di questa lastra di PVDF che si può utilizzare SOLAMENTE per la stampa dello stesso tipo di filamento. Non è indicata per la stampa di qualsiasi altro tipo di materiale diverso

Il Polivinilidenfluoruro (PVDF) è un polimero cristallino costituito da catene in cui si ripetono un gruppo metilene e un atomo di ossigeno (questo blocco si chiama appunto ossimetilene), che fornisce una materia plastica di alta resistenza.

Questo filamento non rinforzato rappresenta il prodotto base in PVDF che combina elevata densità, resistenza meccanica e chimica con un assorbimento dell'umidità molto ridotto. Possiede inoltre resistenza ai raggi UV.

La sua istallazione è come al solito estremamente semplice. Basta applicare le CLIPS a molla apposite (che si tolgono dal piano di vetro o in alluminio già esistente). Se non se ne possiede, occorre acquistarle da una qualsiasi cartoleria o rivendita di accessori per ufficio.

Si raccomanda di posizionare le clip in modo uniforme ed equidistante sui bordi perimetrali della lastra stessa ( in totale 8 clip 2 x lato) in modo tale da non avere forze di squilibrio che potrebbero disallineare il piano di stampa e soprattutto rendere tenace la presa della lastra al letto di stampa,onde evitare possibili spostamenti.

NON applicare la lastra su una superficie che non sia quella diretta del piano di stampa riscaldato o no.

Nessun commento:

Posta un commento